Skincare sotto la mascherina

Ormai la mascherina è una presenza costante nella nostra quotidianità e lo sarà ancora per i prossimi mesi. Si tratta del modo migliore che abbiamo per proteggere noi stessi e gli altri ma la nostra pelle, per adeguarsi a questa nuova condizione, ha bisogno di una dose extra di attenzioni e di un cambio di beauty routine.

Soprattutto con l’aumento delle temperature, infatti, sotto la mascherina si crea un ambiente caldo e umido, a causa del respiro che resta come “intrappolato”. Questo microclima favorisce l’accumulo di sudore e sebo sulla pelle, creando terreno fertile per l’insorgere di imperfezioni, brufoletti ed eruzioni cutanee.

Per mantenere la pelle sana e tonica, ecco i nostri consigli per una skincare a prova di mascherina!

Una nuova skincare routine sotto la mascherina

Per ripristinare la barriera cutanea e ridurre rossori, imperfezioni e brufoletti da mascherina, la cura delle pelle deve cambiare un po’ le regole che avete seguito finora e c’è bisogno di qualche attenzione in più.

Una premessa importantissima: trattate la pelle sempre dopo aver lavato accuratamente le mani, così eviterete di spandere germi e batteri sul viso. Questa dovrebbe essere una buona regola da tenere sempre presente, adesso a maggior ragione. E adesso, vediamo nel dettaglio la skincare da mascherina da adottare in questi mesi.

Detergenti purificanti

La detersione è un passaggio fondamentale in qualsiasi beauty routine e adesso che il nostro viso deve restare “chiuso” sotto la mascherina, è importante detergere bene la pelle sia prima che dopo averla indossata.

Per quanto riguarda la tipologia di detergente da utilizzare, la cosa migliore sarebbe utilizzarne uno che sia in grado di purificare la pelle e combattere l’eccesso di sebo. Anche se non avete la pelle impura, l’ambiente umido che si crea sotto la mascherina può mettervi a rischio imperfezioni quindi meglio prevenire con un detergente purificante: se non avete la pelle troppo sensibile, potete utilizzarne uno che sia anche leggermente esfoliante, per prevenire pori ostruiti e rimuovere sebo in eccesso.

Maschera detox una volta alla settimana

Un trucco molto utile sempre in ottica purificazione è quello di fare una maschera detox almeno una volta alla settimana. Se non avete una pelle particolarmente grassa, potete applicare la maschera anche solo nella zona coperta dalla mascherina e, sul resto del viso, utilizzarne una più appropriata alla vostra tipologia di pelle. Le maschere detox più efficaci sono quelle all’argilla.

Se avete una pelle particolarmente sensibile, non rinunciate alla maschera ma lasciatela in posa soltanto pochi minuti, sciacquandola prima che sia completamente secca. In questo modo eviterete eventuali arrossamenti e irritazioni.

Idratazione extra

Non dimentichiamoci che una pelle idratata è una pelle sana! In estate, con il caldo, senza nemmeno accorgercene il nostro viso si ritrova secco e disidratato nel corso della giornata: questo significa che la pelle è predisposta ad arrossamenti e irritazioni oltre che alla formazione di rughe e altri segni del tempo. Senza contare che, sotto la mascherina, manca la corretta ossigenazione dei tessuti ed ecco perché è ancora più importante idratare a fondo: brufoletti e imperfezioni sporadici sono infatti favoriti dall’infiammazione causata dalla secchezza.

Scegliete texture leggere come sieri e gel, che non appesantiscono e non opprimono la pelle, già provata dalla mascherina, ma ne mantengono la corretta idratazione.

Se volete qualche consiglio sui migliori prodotti per una perfetta skincare sotto la mascherina, scriveteci! Il nostro staff del reparto estetica è a vostra disposizione per consigli, indicazioni e dubbi.

Contattaci
Leggi il nostro blog

Seguici sui social

Ormai la mascherina è una presenza costante nella nostra quotidianità e lo sarà ancora per i prossimi mesi. Si tratta del modo migliore che abbiamo per proteggere noi stessi e gli altri ma la nostra pelle, per adeguarsi a questa nuova condizione, ha bisogno di una dose extra di attenzioni e di un cambio di beauty routine.

Soprattutto con l’aumento delle temperature, infatti, sotto la mascherina si crea un ambiente caldo e umido, a causa del respiro che resta come “intrappolato”. Questo microclima favorisce l’accumulo di sudore e sebo sulla pelle, creando terreno fertile per l’insorgere di imperfezioni, brufoletti ed eruzioni cutanee.

Per mantenere la pelle sana e tonica, ecco i nostri consigli per una skincare a prova di mascherina!

Una nuova skincare routine sotto la mascherina

Per ripristinare la barriera cutanea e ridurre rossori, imperfezioni e brufoletti da mascherina, la cura delle pelle deve cambiare un po’ le regole che avete seguito finora e c’è bisogno di qualche attenzione in più.

Una premessa importantissima: trattate la pelle sempre dopo aver lavato accuratamente le mani, così eviterete di spandere germi e batteri sul viso. Questa dovrebbe essere una buona regola da tenere sempre presente, adesso a maggior ragione. E adesso, vediamo nel dettaglio la skincare da mascherina da adottare in questi mesi.

Detergenti purificanti

La detersione è un passaggio fondamentale in qualsiasi beauty routine e adesso che il nostro viso deve restare “chiuso” sotto la mascherina, è importante detergere bene la pelle sia prima che dopo averla indossata.

Per quanto riguarda la tipologia di detergente da utilizzare, la cosa migliore sarebbe utilizzarne uno che sia in grado di purificare la pelle e combattere l’eccesso di sebo. Anche se non avete la pelle impura, l’ambiente umido che si crea sotto la mascherina può mettervi a rischio imperfezioni quindi meglio prevenire con un detergente purificante: se non avete la pelle troppo sensibile, potete utilizzarne uno che sia anche leggermente esfoliante, per prevenire pori ostruiti e rimuovere sebo in eccesso.

Maschera detox una volta alla settimana

Un trucco molto utile sempre in ottica purificazione è quello di fare una maschera detox almeno una volta alla settimana. Se non avete una pelle particolarmente grassa, potete applicare la maschera anche solo nella zona coperta dalla mascherina e, sul resto del viso, utilizzarne una più appropriata alla vostra tipologia di pelle. Le maschere detox più efficaci sono quelle all’argilla.

Se avete una pelle particolarmente sensibile, non rinunciate alla maschera ma lasciatela in posa soltanto pochi minuti, sciacquandola prima che sia completamente secca. In questo modo eviterete eventuali arrossamenti e irritazioni.

Idratazione extra

Non dimentichiamoci che una pelle idratata è una pelle sana! In estate, con il caldo, senza nemmeno accorgercene il nostro viso si ritrova secco e disidratato nel corso della giornata: questo significa che la pelle è predisposta ad arrossamenti e irritazioni oltre che alla formazione di rughe e altri segni del tempo. Senza contare che, sotto la mascherina, manca la corretta ossigenazione dei tessuti ed ecco perché è ancora più importante idratare a fondo: brufoletti e imperfezioni sporadici sono infatti favoriti dall’infiammazione causata dalla secchezza.

Scegliete texture leggere come sieri e gel, che non appesantiscono e non opprimono la pelle, già provata dalla mascherina, ma ne mantengono la corretta idratazione.

Se volete qualche consiglio sui migliori prodotti per una perfetta skincare sotto la mascherina, scriveteci! Il nostro staff del reparto estetica è a vostra disposizione per consigli, indicazioni e dubbi.

Leggi il nostro blog

Seguici sui social


Colore capelli primavera/estate 2020

Finalmente è tornato il momento di lasciarsi coccolare dalle mani sapienti del proprio parrucchiere di fiducia ed ecco che arriva subito la voglia di cambiare colore ai capelli! La primavera 2020 porta con sé tante tonalità e tecniche da adeguare al proprio stile e alla propria personalità ma c’è una parola d’ordine che ci accompagnerà per tutta la bella stagione: naturale!

Abbiamo già visto quali sono i tagli di tendenza e in questo articolo scopriamo invece tutto quello che c’è da sapere sui colori di capelli più cool per questa primavera estate.

Colore capelli biondi primavera/estate 2020

Il biondo che farà tendenza questa primavera estate è quello dei campi di grano e delle spiagge del Mediterraneo, caldo e naturale, avvolgente e vibrante grazie alle mille sfumature dorate. Non ci saranno colorazioni nette e la tonalità che vedremo di più è un biondo freddo di base illuminato da dettagli caldi color oro e miele, per un mix di biondi sfaccettato e naturale.

Per chi vuole osare, c’è tutta la scala dei biondi rosati: il biondo pesca in particolare sarà una delle tendenze in fatto di colore capelli per la primavera estate.

Colori capelli castani primavera estate

Ma sono i castani i colori di punta della stagione, anche in questo caso animati da sfumature di diverse tonalità e da schiariture leggere che arricchiscono di riflessi. Su una base castana fredda si gioca con colori caldi come caramello, caffè, moka, cannella, per arrivare alla più scura liquirizia, intensa e sensuale.

Proprio come abbiamo visto sulle passerelle della moda, il colore di capelli della primavera 2020 è pieno e intenso ma resta naturale, come un terreno argilloso.

Per chi desidera un tocco più originale, è possibile arricchire la colorazione con sfumature pastello, creando contrasti interessanti ma sempre senza eccessi. Specialmente sui tagli corti, scegliere un riflesso colorato può diventare la cifra distintiva dell’hairstyle.

Tecniche di colorazione

Partendo dal presupposto che la chioma dovrà apparire sempre naturale, sana e luminosa, senza tonalità esasperate o chiaramente finte, ci sono due tecniche in particolare che ci permettono di ottenere questi effetti.

Sui tagli lunghi, utilizziamo prevalentemente la tecnica del microblending: alternando 2 o 3 tonalità su ciocche di capelli sottilissime, si ottiene un effetto vibrante ma senza percepire la differenza di colore in modo netto. Per un risultato sfumato un po’ più vistoso ma sempre graduale e naturale, utilizziamo invece la tecnica del camouflage o del balayage.

Sui tagli medi, invece, privilegiamo una tecnica esclusiva di L’Oreal, il glow balayage. I capelli vengono avvolti attorno a bastoncini molto sottili per creare delle zone di luce casuali sulla capigliatura: si tratta sostanzialmente di un balayage ma dall’effetto molto più naturale ed essendo una tecnica a mano libera si possono curare al meglio i dettagli. Il taglio viene così enfatizzato da alcune ciocche e si definiscono le caratteristiche del taglio.

Quale sarà il tuo colore di capelli per la primavera 2020?
Vorresti un consiglio? Una proposta personalizzata?

Il nostro salone parrucchieri si trova in via dello Statuto, a Firenze, davanti alla fermata della tramvia.

Prenota il tuo appuntamento: troveremo il colore perfetto per te!

Contattaci
Leggi il nostro blog

Seguici sui social

Finalmente è tornato il momento di lasciarsi coccolare dalle mani sapienti del proprio parrucchiere di fiducia ed ecco che arriva subito la voglia di cambiare colore ai capelli! La primavera 2020 porta con sé tante tonalità e tecniche da adeguare al proprio stile e alla propria personalità ma c’è una parola d’ordine che ci accompagnerà per tutta la bella stagione: naturale!

Abbiamo già visto quali sono i tagli di tendenza e in questo articolo scopriamo invece tutto quello che c’è da sapere sui colori di capelli più cool per questa primavera estate.

Colore capelli biondi primavera/estate 2020

Il biondo che farà tendenza questa primavera estate è quello dei campi di grano e delle spiagge del Mediterraneo, caldo e naturale, avvolgente e vibrante grazie alle mille sfumature dorate. Non ci saranno colorazioni nette e la tonalità che vedremo di più è un biondo freddo di base illuminato da dettagli caldi color oro e miele, per un mix di biondi sfaccettato e naturale.

Per chi vuole osare, c’è tutta la scala dei biondi rosati: il biondo pesca in particolare sarà una delle tendenze in fatto di colore capelli per la primavera estate.

Colori capelli castani primavera/estate

Ma sono i castani i colori di punta della stagione, anche in questo caso animati da sfumature di diverse tonalità e da schiariture leggere che arricchiscono di riflessi. Su una base castana fredda si gioca con colori caldi come caramello, caffè, moka, cannella, per arrivare alla più scura liquirizia, intensa e sensuale.

Proprio come abbiamo visto sulle passerelle della moda, il colore di capelli della primavera 2020 è pieno e intenso ma resta naturale, come un terreno argilloso.

Per chi desidera un tocco più originale, è possibile arricchire la colorazione con sfumature pastello, creando contrasti interessanti ma sempre senza eccessi. Specialmente sui tagli corti, scegliere un riflesso colorato può diventare la cifra distintiva dell’hairstyle.

Tecniche di colorazione

Partendo dal presupposto che la chioma dovrà apparire sempre naturale, sana e luminosa, senza tonalità esasperate o chiaramente finte, ci sono due tecniche in particolare che ci permettono di ottenere questi effetti.

Sui tagli lunghi, utilizziamo prevalentemente la tecnica del microblending: alternando 2 o 3 tonalità su ciocche di capelli sottilissime, si ottiene un effetto vibrante ma senza percepire la differenza di colore in modo netto. Per un risultato sfumato un po’ più vistoso ma sempre graduale e naturale, utilizziamo invece la tecnica del camouflage o del balayage.

Sui tagli medi, invece, privilegiamo una tecnica esclusiva di L’Oreal, il glow balayage. I capelli vengono avvolti attorno a bastoncini molto sottili per creare delle zone di luce casuali sulla capigliatura: si tratta sostanzialmente di un balayage ma dall’effetto molto più naturale ed essendo una tecnica a mano libera si possono curare al meglio i dettagli. Il taglio viene così enfatizzato da alcune ciocche e si definiscono le caratteristiche del taglio.

Quale sarà il tuo colore di capelli per la primavera 2020?

Vorresti un consiglio? Una proposta personalizzata?

Il nostro salone parrucchieri si trova in via dello Statuto, a Firenze, davanti alla fermata della tramvia.

Prenota il tuo appuntamento: troveremo il colore perfetto per te!

Leggi il nostro blog

Seguici sui social